Il pastore

«Bisogna dunque che il vescovo sia irreprensibile, marito di una sola moglie, sobrio, prudente, dignitoso, ospitale, capace di insegnare, non dedito al vino né violento, ma sia mite, non litigioso, non attaccato al denaro, che governi bene la propria famiglia e tenga i figli sottomessi e pienamente rispettosi (se uno non sa governare la propria famiglia, come potrà aver cura della chiesa di Dio?), che non sia convertito di recente, affinché non diventi presuntuoso e cada nella condanna inflitta al diavolo. Bisogna inoltre che abbia una buona testimonianza da quelli di fuori, perché non cada in discredito e nel laccio del Diavolo» (1 Timoteo 3:2-7).
pastore

Il pastore Nazzareno Ulfo si è laureato in scienze naturali all'università di Messina ed ha conseguito il diploma di formazione teologica presso l'Istituto Biblico delle Assemblee di Dio in Italia. È pastore dal 1992 e attualmente svolge il suo ministero nella Chiesa Cristiana Evangelica "Sola Grazia" di Caltanissetta. È vice presidente dell'associazione evangelica che gestisce la casa editrice Alfa & Omega. Dal 2000 collabora con il Centro Culturale Evangelico insegnando Storia della Chiesa nella Scuola di Ministero.

Free Joomla! template by L.THEME